Telecom, finisce l’era Bernabè. Rassegnate le dimissioni da presidente esecutivo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Franco Bernabé si è dimesso dalla carica di presidente esecutivo di Telecom Italia. Il consiglio ha ringraziato Bernabè per “il grande impegno e l’elevato apporto manageriale profuso in questi anni alla guida della Società”, si legge in una nota. Bernabè era presidente del Comitato Esecutivo. Il cda è proseguito sotto la conduzione del vicepresidente Aldo Minucci. Intanto in Borsa il titolo ha recuperato.

Bernabè – precisa la nota – si qualificava come consigliere esecutivo non indipendente, ed era presidente del comitato esecutivo e possiede 468 mila azioni ordinarie (di cui n. 18.000 indirettamente) e 480mila azioni di risparmio (di cui 30.000 indirettamente) di Telecom Italia.

La discussione è partita proprio dalle dimissioni presentate da Bernabè. Sul tavolo anche un esame delle linee guida del piano industriale messo a punto dall’amministratore delegato Marco Patuano e la nomina del consigliere che dovrà prendere il posto di Elio Catania, che ha fatto un passo indietro dopo che il tribunale di Roma ne ha decretato l’interdizione.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Per la sinistra dei Tafazzi non c’è cura

Inutile nascondersi dietro alibi o rimpianti: il vaccino per il Covid l’hanno trovato ma per l’autolesionismo della Sinistra non c’è cura. A destra, dove Salvini e Meloni non si parlano e Forza Italia ormai ha poco da dire, come al solito si presenteranno con candidati

Continua »
TV E MEDIA