Terna e Ansaldo insieme per la sostenibilità. Siglata un’intesa per realizzare progetti di ricerca, sviluppo e innovazione in ambito energetico

di Carola Olmi
Economia

Due campioni nazionali dell’energia che serrano i ranghi per realizzare iniziative comuni di ricerca, sviluppo e innovazione in ambito energetico. Terna e Ansaldo Energia, con la firma dei rispettivi Amministratori delegati, Luigi Ferraris e Giuseppe Zampini (nella foto), hanno firmato a Genova un apposito memorandum of Understanding. L’accordo ha lo scopo di avviare tavoli di lavoro dedicati all’adeguamento del sistema elettrico verso un futuro sempre più interconnesso, decarbonizzato e rinnovabile.

Terna e Ansaldo Energia condivideranno le rispettive competenze tecniche per affrontare in sinergia le nuove sfide dettate dalla transizione energetica. Il Memorandum of Understanding, nello specifico, si declinerà in tre ambiti: ricerca e sviluppo di tecnologie a supporto della transizione; collaborazione su progetti internazionali; avvio di iniziative in ambito di efficientamento energetico.

“Sono molto soddisfatto di questo accordo che rappresenta un ulteriore passo in avanti per favorire il processo di transizione energetica in atto. In questa fase di profondo cambiamento è importante mettere a fattor comune le rispettive risorse e competenze per garantire all’Italia un sistema elettrico sempre più sicuro, efficiente e sostenibile”, ha detto Ferraris. Ora, ha aggiunto Zampini, “Ansaldo Energia può mettere a disposizione la propria esperienza in soluzioni e prodotti per supportare la gestione della rete e la transizione energetica del Paese”.