Terremoto, il centro Italia torna a tremare. Scossa di magnitudo 4.2: epicentro tra Campotosto e Amatrice

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il centro Italia torna a tremare per una forte scossa di terremoto. Nella notte, infatti, una scossa di terremoto di magnitudo 4.2 è stata registrata alle 4:13 tra le province dell’Aquila, Rieti e Teramo. Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 14 km di profondità; l’epicentro è stato a 3 km da Campotosto (L’Aquila), 8 da Amatrice (Rieti) e 12 da Crognaleto (Teramo). La scossa è stata chiaramente avvertita dalla popolazione, anche fino a Rieti. Al momento non si hanno segnalazioni di danni a persone o cose. Lo ha confermato anche la Protezione civile. La Sala situazione Italia del Dipartimento si è messa subito in contatto con le strutture locali del Sistema nazionale di Protezione civile, per le verifiche del caso.

Il movimento tellurico è stato poi seguito da un nuovo sciame sismico, scosse a distanza di pochi minuti l’una dall’altra di entità inferiore (dal 2.4 all’1.4).

Le nuove scosse sismiche hanno colpito l’area del Centro Italia già devastata dai terremoti del 24 agosto e del 26 ottobre dello scorso anno. La popolazione si è riversata nelle strade, in preda al panico e ha trascorso la notte fuori dalle abitazioni, poiché la scossa di terremoto è stata chiaramente avvertita dalle persone.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La stampa e la sindaca deficiente

Le confidenze di Urbano Cairo ad alcuni tifosi del suo Torino hanno svelato cosa pensa questo editore (Corriere della Sera, La7 e altro ancora) della sindaca M5S Chiara Appendino, definita con fallo da Var, espulsione e retrocessione “deficiente”. Ma non c’è bisogno di videocamere nascoste o

Continua »
TV E MEDIA