Terrorismo di Natale in Francia. Arrestate sei persone: volevano colpire i mercatini di Strasburgo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Rendere un bagno di sangue un appuntamento di festa come i mercatini di Natale a Strasburgo in Francia. La polizia ha sgominato una cellula terroristica con l’arresto di 6 persone, 4 nella città dell’Alsazia e 2 a Marsiglia. Il gruppo, secondo quanto riferito dal ministero dell’Interno di Parigi, “stava “preparando un’azione imminente”. Di sicuro nel mirino era entrato il commissariato di Strasburgo, ma ci sono elementi che fanno sospettare la preparazione di un possibile attentato ai mercatini natalizi, che richiamano milioni di turisti dal 25 novembre al 24 dicembre. L’operazione avrebbe quindi sventato una vera e propria mattanza di innocenti. Un’informazione che fa il paio con quanto affermato dal prefetto del Basso Reno, Stéphane Fratacci, che aveva prospettato l’ipotesi di sospendere o annullare i mercatini in caso di sospetti su possibili attacchi jihadisti. Tuttavia, il presidente della Eurométropole Robert Herrmann, ha sottolineato che al momento la manifestazione è prevista regolarmente.

“I sei uomini erano sconosciuti ai servizi di intelligence”, ha spiegato anche il ministro dell’Interno, Bernard Cazeneuve. Tuttavia, nel corso delle indagini, è emerso che i potenziali terroristi avevano stretto un sodalizio in Siria e potevano vantare legami con alcuni organizzatori degli attentati del 13 novembre 2015. Con gli arresti delle ultime ore sale a 418 il numero di persone finite in carcere in Francia con l’accusa di favorire il terrorismo islamico.