Terrorismo, sono 9 i personaggi sospetti espulsi dall’Italia. Oltre 100 quelli sotto osservazione. Alfano: saremo durissimi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’Italia a partire dallo scorso mese di dicembre ha espulso nove soggetti in relazione al terrorismo. Si tratta di 5 tunisini, un turco, un egiziano, un marocchino e un pachistano. Vivevano in Lombardia e in Veneto. Tra loro ci sarebbero anche degli imam. A fare chiarezza sulla situazione il ministro dell’Interno, Angelino Alfano. “Abbiamo radiografato un numero si soggetti molto superiore a cento perché sospettati di attività terroristiche jihadiste”, ha spiegato Alfano, “e questo lavoro si sta ulteriormente intensificando”. I foreign fighters sono in tutto 59 secondo l’ultimo aggiornamento disponibile fornito dal ministro Alfano nel corso di una conferenza stampa.  Di questi “cinque sono italiani partiti per la Siria”.  I 59  non sono soggetti presenti in Italia ma persone che “in qualche modo hanno avuto a che fare con il nostro Paese”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA