TgCom24 la zavorra di Mediaset. Stagione Tv da incorniciare per l’azienda di Cologno. Reti tematiche ok, solo il canale allnews non decolla

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La stagione tv di Mediaset è stata più che positiva. Canale 5 è andato molto bene. I suoi programmi tradizionali, a cominciare da Striscia, hanno consolidato i super ascolti. Il pomeriggio del Biscione è una macchina da guerra con Beautiful, il Segreto, Uomini e donne e Pomeriggio 5. Il Segreto è esploso pure in prima serata. È stata vinta la scommessa dell’Isola e la De Filippi si è confermata la numero 1 della tv commerciale, spianando tutte le rivali di Raiuno. Retequattro ha ripreso quota, grazie all’informazione. Quinta colonna di Del Debbio è stato il talk più visto in prima serata. Quarto grado si è confermato ai suoi livelli. Poi lo sport che con Champions ed Europa League ha inchiodato davanti al video milioni di telespettatori (e domani c’è la finale Barcellona-Juventus che può battere il record). Qualche ombra per Italia 1, seppure la rete stia facendo sforzi notevoli per sperimentare nuovi format. Comunque, a cominciare dalle Iene, tutti i programmi di punta sono andati bene. Le reti tematiche vanno molto meglio di quelle della Rai. Lo scorso 4 maggio 2015, La5+Top Crime+Iris+Mediaset Extra+Italia2 hanno totalizzato un ascolto record pari al 10,24% di share e 1.250.000 telespettatori. In prima serata, esclusi i canali kids, battono di quasi mezzo punto le reti di Viale Mazzini (4,9% contro 4,5% e il 3,1% di Discovery). Mentre sulle 24 ore la Rai recupera e torna in testa. Iris è la più vista (da sola con Il Pianista ha toccato il 4,2% di share). Inoltre con l’arrivo del direttore Marco Costa, La5 è diventata la fucina delle nuove produzioni, soprattutto nei generi docu-reality e factual. Il canale che invece non dà nessun segno di miglioramento è TgCom24. Mentre online va fortissimo, in tv raccoglie briciole decimali di share. Anche a livello di qualità è nettamente inferiore ai competitor SkyTg24 e RaiNews. A volte viene da chiedersi se non sia un’inutile spreco di energie e risorse.

LA SFIDA DI AMICI
Stasera la gran finale di Amici tenterà l’assalto ai record stagionali di Canale 5. Un’impresa difficilissima, vista la stagione. Sembrano irraggiungibili per via del periodo (fine inverno) i 6,5 milioni della finale dell’Isola dei Famosi e i 6,4 di C’è posta per te. Essendo un venerdì di giugno i pronostici non danno molto di più di 4 milioni di telespettatori al talent della De Filippi. Il bacino degli utenti è di gran lunga inferiore rispetto a febbraio e marzo, tuttavia Amici proverà a compiere l’impresa. Quest’anno già in un’occasione ha raggiunto i 5,5 milioni (ad aprile). Comunque vada più del 40% dei ragazzi tra i 15 e i 19 anni, per una sera, guarderanno la tv e non il computer.

LE DONNE DI MUCCIANTE
Radio1 è femmina. Quattro giornaliste alla plancia di comando del Gr1 Rai. Sono le caporedattrici Alessandra Narduzzi, Cecilia Narducci, Simona Grossi e Giulia De Cataldo, che ogni giorno lanciano “on air” e in rete 24 ore di notizie in diretta della “radio mamma”- come suona il claim della rete guidata da Flavio Mucciante.

UFFICIO STAMPA RAI, SI CAMBIA LOOK
È online il nuovo sito dell’Ufficio stampa Rai. Rinnovato nella grafica, più facile da consultare, fruibile su tutti i device e con l’on demand che permetterà di rivedere le conferenze stampa anche a distanza di giorni.