Tragedia al comando dei vigili urbani di San Donato Milanese. Agente spara al vicecomandante, poi si toglie la vita. Indagano i Carabinieri

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Tragedia al comando di polizia locale di San Donato Milanese, nella periferia a sud di Milano. Un omicidio-suicidio su cui gli inquirenti dovranno fare chiarezza. I fatti fin qui noti narrano di un agente della polizia locale, un 52enne, che ha sparato al vicecomandante (49 anni) uccidendolo con un colpo al petto. Immediatamente dopo l’omicida si è tolto la vita con un colpo in testa. Sul posto sono arrivati i Carabinieri chiamati a indagare. La tragedia è avvenuta intorno alle 15 e si sarebbe scatenata in seguito una dura lite per motivi lavorativi. Per fare chiarezza potrebbero essere utili anche le immagini delle telecamere, oltre a possibili testimoni.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Per la sinistra dei Tafazzi non c’è cura

Inutile nascondersi dietro alibi o rimpianti: il vaccino per il Covid l’hanno trovato ma per l’autolesionismo della Sinistra non c’è cura. A destra, dove Salvini e Meloni non si parlano e Forza Italia ormai ha poco da dire, come al solito si presenteranno con candidati

Continua »
TV E MEDIA