Trasporti, continua la crisi per i voli

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Una flessione nel trasporto aereo e un testa a testa tra Alitalia e Ryanair. Sono i due punti principali che emergono dal Rapporto Enac 2013, che conferma anche  nel 2013 la crisi del trasporto aereo in Italia con una diminuzione del numero dei passeggeri trasportati dell’1,7% sull’anno precedente (143,5 milioni).
Una flessione più significativa, -5,6% rispetto all’anno precedente, si è registrata nel numero dei movimenti, con i quali le compagnie aeree hanno razionalizzato il load factor dei propri voli.

Alitalia si conferma il primo vettore in Italia ma perde quote di mercato con circa 23,9 milioni di passeggeri contro i 25,3 di un anno fa.

A incalzare la compagnia italiana sono i due giganti del low-cost Ryanair (circa 23 mln, l’anno scorso 22,7 mln) e Easyjet (12,4 mln contro gli 11,5 del 2012).  Lo scalo con maggior numero di passeggeri si conferma Fiumicino (35,9 milioni), seguito da Malpensa e Linate, rispettivamente, 17,7 e 9,9 milioni.

Le tratte più gettonate sono quelle da Catania a Fiumicino con 787 mila passeggeri e viceversa (773 mila), al terzo posto invece Fiumicino – Linate con 719 mila passeggeri. I voli europei più utilizzati sono Fiumicino – Charles De Gaulle (Parigi), Fiumicino – Barajas (Madrid) e Fiumicino – Heathrow (Londra).