Trump e Melania positivi al Coronavirus. A contagiare il presidente degli Stati Uniti e la first lady è stata un membro dello staff della Casa Bianca

dalla Redazione
Mondo

“Stasera io e Melania siamo risultati positivi al Covid. Inizieremo immediatamente il nostro periodo di quarantena e le cure per ristabilirci. Supereremo questo insieme”. Con un tweet, mentre gli americani stanno per addormentarsi a conclusione di una giornata segnata da notizie incerte e frammentarie, il presidente Donald Trump annuncia il contagio suo e della first lady. Un cinguettio giunto 2 ore dopo l’annuncio, sempre arrivato su Twitter, attraverso cui The Donald informava della positività di una strettissima collaboratrice, Hope Hicks, consigliera della comunicazione molto influente nell’entourage della Casa Bianca.

“Hope Hicks, che ha lavorato così duramente senza nemmeno prendersi una piccola pausa, è appena risultata positiva al Covid 19. Terribile! La first lady ed io stiamo aspettando i risultati dei nostri test. Nel frattempo, inizieremo il nostro periodo di quarantena”. Il timore di un contagio si era concretizzato per via della continua vicinanza tra la coppia presidenziale e l’ex modella esperta in comunicazione. Hope Hicks aveva accompagnato il presidente dapprima a Cleveland, dove si era tenuto il confronto televisivo con Biden, poi ad un comizio elettorale a Duluth, nel Minnesota, volando al suo fianco senza però utilizzare la mascherina.

Ieri sera le prime indiscrezioni giornalistiche parlavano della positività della giovane collaboratrice, proiettando pero’ serie preoccupazioni su Trump e Melania. A quel punto il presidente era stato costretto dapprima a confermare il contagio dell’assistente e due ore dopo a rendere noto al mondo la positività sua e della compagna. Un duro colpo per la campagna elettorale, ad un mese dal voto. Molto probabile che anche i restanti due programmati confronti televisivi con Biden possano saltare, mettendo in difficoltà un presidente nei sondaggi indietro di 6 punti rispetto lo sfidante democratico. Come detto, a contagiare presidente e first lady è stata Hope Hicks. Trentuno anni, con un passato da modella per Ralph Lauren, è entrata nello staff della comunicazione della Casa Bianca dopo avere lavorato per la “First Daughter” Ivana Trump. Apprezzata in famiglia, ben presto era diventata la portavoce del padre Donald nel corso della campagna elettorale delle scorse presidenziali.

L’elezione l’aveva proiettata dentro la “stanza dei bottoni”, dirigendo l’ufficio delle comunicazioni della Casa Bianca al posto di Anthony Scaramucci. Dimessasi dal suo incarico all’indomani della sua testimonianza dinanzi la Commissione intelligence del Congresso sul “Russiagate”, nel febbraio scorso è tornata nello staff presidenziale dopo una breve parentesi alla Fox News. Non è il primo caso di contagio nell’entourage del presidente americano. Tra i personaggi più noti gravitanti attorno alla Casa Bianca, il consigliere per la sicurezza nazionale Robert O’Brien. Senza poi contare valletti, collaboratori di uomini chiave del governo e agenti di scorta.