Turchia, si stringe il cerchio sui kamikaze della strage di Ankara. Il governo conferma di aver identificato due terroristi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sarebbero due i responsabili della strage di Ankara di sabato. Il governo turco oggi ha confermato di aver identificato due terroristi a cui viene addebitato il massacro che ha avuto 97 vittime. “Proseguono i tentativi di identificazione dei corpi di due terroristi uomini, che è accertato siano stati attentatori suicidi”, spiega in una nota il governo di Ankara. il dna di uno dei due kamikaze è stato trovato sui resti di una bomba e confrontato con quello delle famiglie a cui appartengono 20 turchi inclusi dalle autorità nella lista di potenziali kamikaze. Ieri altre indiscrezioni mediatiche ipotizzavano che uno degli attentatori suicidi fosse il fratello di quello della strage di Suruc, in cui il 20 luglio furono uccisi 33 attivisti filo-curdi. Le vittime identificate sono 91 sulle 97 complessive. Anche se nella giornata di ieri il partito filo-curdo Hdp parlava di un bilancio di 128 morti.