Tweet mattutino: Ok il Senato, ora la Camera

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Il buongiorno di Renzi arriva con un tweet. “Ok il Senato, adesso la Camera. Poi si inizia a lavorare sul serio. Domani scuole, lavoratori, imprenditori, sindaci a Treviso. ‘#lavoltabuona'”. Ieri, dopo quasi 11 ore di dibattito (con due interventi del premier, in apertura e in sede di replica) i voti a favore dell’esecutivo sono stati 169 mentre 139 sono stati i contrari. Renzi ha raccolto 107 voti dal Pd, 31 da Ncd, 1 da Gal, 8 da Scelta Civica, 11 da Per l’Italia e 11 dal Gruppo Autonomie. I senatori a vita Carlo Azeglio Ciampi, Laura Cattaneo e Renzo Piano non erano presenti mentre hanno partecipato al voto, dando il loro sostegno al governo, gli altri due senatori a vita, Mario Monti e Carlo Rubbia. Oggi toccherà alla Camera esprimersi sul nuovo esecutivo.

Il premier, dopo l’intervento iniziale a Palazzo Madama, si è recato a Montecitorio per consegnare il suo discorso programmatico all’aula, che lo ha formalmente acquisito
dandolo, come si usa dire, ”per letto’. Alle 10 di questa mattina quindi comincerà direttamente la discussione, che durerà sei ore. Alle 16 avrà luogo la replica di Renzi, dopo la quale inizieranno le dichiarazioni di voto che dovranno terminare entro le 18.30 per lasciare il posto alla ‘prima chiama’. L’esito finale del voto dovrebbe giungere attorno alle 20.

 

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA