L’Ue dice basta ai ricatti di Putin. Avanti con il price cap

Von der Leyen: "Proporremo un tetto al prezzo del gas russo. Dobbiamo tagliare le entrate che Putin usa per finanziare la guerra".

“La situazione in Ucraina richiede il nostro pieno sostegno. Oggi la Commissione europea propone ulteriori 5 miliardi di euro di assistenza macrofinanziaria per il Paese. Questo si aggiunge ai 10 miliardi che l’Ue ha già fornito in aiuti finanziari, umanitari e militari”. È quanto ha detto la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, parlando della guerra in Ucraina e dei riflessi sulla crisi energetica legata alle forniture di gas russe.

CONFERENZA STAMPA DI URSULA VON DER LEYEN

Dall’Ue all’Ucraina aiuti per ulteriori 5 miliardi di euro

“I nostri stoccaggi comuni di gas sono all’82%. La Norvegia fornisce ora più gas all’Ue che la Russia”

“I nostri stoccaggi comuni di gas sono all’82%. La Norvegia fornisce ora più gas all’Ue che la Russia e questo grazie alla nostra politica di diversificazione, che include forniture anche dagli Usa, dal Qatar e dall’Algeria” ha aggiunto la presidente della Commissione europea.

“Proporremo un tetto al prezzo del gas russo. Dobbiamo tagliare le entrate che Putin usa per finanziare la guerra”

“Proporremo un tetto al prezzo del gas russo. L’obiettivo qui è molto chiaro. Dobbiamo tagliare le entrate della Russia che Putin usa per finanziare questa atroce guerra contro l’Ucraina” ha annunciato la von der Leyen.

“E ora il nostro lavoro sta dando i suoi frutti. All’inizio della guerra – ha aggiunto la presidente della Commissione europea -, il gasdotto russo era il 40% di tutto il gas importato. Oggi e’ solo il 9% delle nostre importazioni di gas. Questi sono tempi difficili. Ma sono convinto che gli europei abbiano la forza economica, la volontà politica e l’unità per mantenere il sopravvento”.

“Proponiamo il risparmio intelligente di energia elettrica. Ciò che è cambiato – ha proseguito – è che la disponibilità di energia a livello mondiale è scarsa. Ciò richiede una riduzione intelligente della domanda. Abbiamo bisogno di una strategia per appiattire i picchi che determinano il prezzo dell’elettricità”.

“Proporremo un obiettivo obbligatorio di riduzione del consumo di elettricità nelle ore di punta. E lavoreremo a stretto contatto con gli Stati membri per raggiungere questo obiettivo”, ha aggiunto la presidente von der Leyen.

“La Russia sta manipolando i nostri mercati energetici”

“La Russia sta manipolando i nostri mercati energetici – ha detto ancora Ursula von der Leyen – e ci troviamo di fronte a prezzi astronomici. Quindi presenteremo misure per proteggere i consumatori e le imprese vulnerabili. Abbiamo la forza economica, la volontà politica e l’unità per prevalere. Sono convinta che con la nostra unità prevarremo. Negli ultimi mesi abbiamo aumentato la nostra preparazione e ci siamo liberati sempre più delle dipendenza dalla Russia”.

“Abbiamo lavorato davvero duramente negli ultimi mesi per avere la rete di solidarietà, importante per i Paesi perché possiamo garantire che il gas possa andare là dove è più necessario. Questo lavoro è stato necessario anche per avere altri fornitori così che non subire più i ricatti della Russia e degli annunci di Putin”.

“Il price cap al gas russo può procedere molto rapidamente. Ed è molto importante”

“Il price cap al gas russo può procedere molto rapidamente. Ed e’ molto importante”, ha aggiunto von der Leyen. “Negli ultimi mesi Putin ha cercato di ricattarci – ha detto ancora la presidente -, 13 Paesi membri hanno avuto tagli totali o parziali del gas russo. In questo modo non ci interessiamo più a questi annunci russi, perché sappiamo che sono ricatti e che la cosa migliore è rafforzarci, avere altri fornitori e avere la solidarietà”.

“Dobbiamo assicurare che queste misure abbiano effetti il più velocemente possibile. Ed è per questo – ha detto ancora la presidente della Commissione Ue – che abbiamo una base legale finalizzata specificamente per le situazioni di crisi, che rende possibile mettere in campo le misure proposte molto velocemente. Questa è la legge europea e ci permette di agire velocemente”.

“E’ molto importante per noi influenzare al massimo il prezzo del gas cosi’ che non continui ad aumentare”, ha continuato von der Leyen. “C’è penuria di energia in tutto il mondo – ha aggiunto – ed è per questo che la pressione sul mercato è così forte. Per questo vogliamo eliminare i benefici enormi delle imprese produttrici e mettere queste risorse a disposizione di cittadini e aziende che vivono le difficoltà per i costi alti dell’energia. L’obiettivo è avere una influenza sui prezzi dell’elettricità”.

Leggi anche: Dopo i rubinetti del gas Putin vuole chiudere pure quelli del grano. Il Cremlino proporrà ad Erdogan di limitare le esportazioni di cereali verso l’Ue

Pubblicato il - Aggiornato il alle 15:09
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram