Un lite di lavoro finisce a coltellate. A Genova un panettiere uccide il dipendente: arrestato il 34enne titolare dell’attività

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Una lite di lavoro sfociata in aggressione e quindi in tragedia. Con un giovane di 25 anni ucciso a coltellate e l’autore dell’omicidio arrestato. È successo a Genova, intorno alle 5, in un panificio di corso Buenos Aires. Il titolare dell’attività, un cittadini albanese di 34 anni, ha infatti colpito al torace con un coltello un suo dipendente al termine di un violento battibecco. Dopo aver ucciso il ragazzo, il responsabile del delitto ha chiamato lui stesso la Polizia per confessare.

Il panettiere è stato arrestato dopo essere stato sottoposto a un lungo interrogatorio. Gli inquirenti stanno raccogliendo tutti gli elementi per verificare l’attendibilità delle sue parole. Sul luogo dell’omicidio sono arrivati anche gli agenti della scientifica per ricostruire l’esatta dinamica dell’aggressione. Stando a quanto riferito dai giornali locali, la vittima è stata accoltellata più volte.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA