Un mese di lavoro socialmente utile in un maso in Alto Adige per l’hater che insultò via social la consigliera della Svp Ladurner

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un mese di lavoro socialmente utile in un maso in Alto Adige. E’ la punizione inflitta a un hater che sui social aveva postato alcuni commenti sessisti riferiti a una consigliera provinciale della Svp, Jasmin Ladurner (nella foto). La consigliera, racconta il Dolomiten, aveva denunciato l’uomo che successivamente si è scusato. La Ladurner ha poi ritirato la denuncia a patto che l’hater avesse accettato di lavorare per un mese in un maso. “Non è mio intento causare a questa persona problemi in famiglia e sul lavoro – ha poi commentato la consigliera della Svp -, volevo semplicemente lanciare il segnale che noi donne non dobbiamo accettare proprio tutto. Ognuno può criticare, ma le critiche devono essere formulate in tal modo da poterle dire anche in faccia”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica finita nel cesso

Passando al cesso più tempo della media – tra una foto ricordo e l’altra – a Sgarbi dev’essergli caduto dentro il cervello. Non può spiegarsi diversamente lo stupore che l’ha colto quando ieri migliaia di persone l’hanno sommerso di insulti per le volgarità gratuite che

Continua »
TV E MEDIA