Un proiettile per la Bordini

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

A forza di alzare i toni si rischia che qualcuno vada fuori dal seminato. E ciò che è accaduto ne è la dimostrazione. E’ stata infatti intercettata, presso un ufficio postale di smistamento vicino Milano, una lettera minatoria nei confronti della presidente della Camera, Laura Boldrini. La busta – secondo quanto si apprende – contiene anche un proiettile calibro 3,80.  “La violenza e l’intimidazione non passeranno e non calpesteranno le istituzioni – ha subito commentato Andrea Martella, vicepresidente del Gruppo Pd della Camera, che esprime “solidarietà da parte di tutti i deputati democratici alla presidente Laura Boldrini, destinataria di una vile minaccia. E’ evidente che il crescendo di toni violenti di questi giorni sparge veleni e puo’ determinare gesti folli e insensati. Per questo è necessario che prevalga il senso di responsabilità di ciascuno”, conclude Martella.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA