Una fusione coi fi-occhi! Luxottica convola a nozze con Essilor. Così nasce il più grande colosso mondiale

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Luxottica convola a nozze con la francese Essilor, in una fusione da 50 miliardi di euro. Ad annunciarlo è stato il Financial Times. prima della conferma ufficiale da parte degli stessi protagonisti in campo. Dall’intesa nasce un leader globale nel settore degli occhiali. Leonardo del Vecchio sarà il maggiore azionista della società che nascerà dall’unione, con una quota del 30%.

Del Vecchio sarà il presidente esecutivo della società, mentre l’amministratore delegato di Essilor, Hubert Sagnieres, sarà il vice presidente esecutivo. La società sarà quotata a New York. L’accordo è in grado di cambiare la dinamica dell’industria degli occhiali, un mercato da 90 miliardi di euro, considerato uno dei settori a più forte crescita. Secondo gli analisti, le prospettive per l’industria sono infatti “ottimistiche”, con il settore previsto in crescita di oltre il 2% fino al 2020.

A spingere le vendite è il cambiamento demografico, soprattutto in Asia. Dei 7,3 miliardi di persone al mondo, il 63% ha bisogno di lenti correttive ma solo 1,9 miliardi ha già acquistato occhiali, lenti o si è sottoposto a interventi chirurgici. Secondo le stime, hanno bisogno di occhiali circa 2,6 miliardi di persone, in particolare in Asia, Africa e America Latina.

“Con questa operazione – ha detto Del Vecchio – si concretizza il mio sogno di dare vita ad un campione nel settore dell’ottica totalmente integrato ed eccellente in ogni sua parte. Sapevamo da tempo che questa era la soluzione giusta ma solo ora sono maturate le condizioni che l’hanno resa possibile”.

La borsa – Luxottica vola in Borsa, dove segna un rialzo del 14% a 56,55 euro, dopo l’annuncio della maxi fusione con Essilor. Stesso discorso anche per la società francese, che a Parigi schizza a 118,60 euro a +16,16%.