Usa 2016, Clinton accetta la nomination democratica. “Da oggi cominciamo a scrivere un nuovo capitolo. Tutti insieme”. E Hillary ringrazia prima di tutti Obama e Sanders

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

S’infiamma la sfida per la Casa Bianca. Si è chiusa la convention democratica con Hillary Clinton che ha accettato la nomination. Mano sul cuore, poi il pollice alzato in segno di vittoria e un grazie a tutti: “Thank you”. La candidata dem ha affermato “Accetto con umiltà, determinazione e sicurezza”. Ha ringraziato anche l’uscente Barack Obama e il senatore del Vermont Bernie Sanders, suo sfidante in casa democratica.  “Bernie, la tua campagna ha ispirato milioni di americani, specialmente i giovani che hanno investito anima e corpo nelle primarie”. Con lui ha promesso di “lavorare insieme per università gratuite per la classe media e senza debito per tutti”. E tanti gli attacchi a Donald Trump definendolo anche il “signor risolvo tutto io”.

“Sono qui per dirvi che il progresso è possibile. Da oggi cominciamo a scrivere un nuovo capitolo. Tutti insieme”, ha affermato la Clinton dal palco della Wells Fargo Arena di Philadelphia. “Queste elezioni sono la ”resa dei conti” per l’America: in gioco ci sono due visioni della realtà”, ha sottolineato Hillary opponendo nettamente la sua linea a quella del suo sfidante. E la sfida non è che all’inizio con l’unione ritrovata in casa democratica dove sono state messe da parte anche le temute proteste.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA