Usa-Cina, prove di contatto. Prima telefonata tra Trump e Xi Jinping. Intanto sul bando anti immigrati il presidente americano rimedia un’altra sberla. La sua ultima speranza è la Corte Suprema

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Primo contatto Usa-Cina con la telefonata che c’è stata tra il presidente americano Donald Trump e quello cinese Xi Jinping. Il presidente a stelle e strisce c’ha tenuto a chiarire, facendo retromarcia rispetto a precedenti dichiarazioni, che riconosce “una sola Cina”, come da tradizionale linea americana ormai da anni. Messo così, almeno per ora da parte, il flirt con Taiwan. I due presidenti, poi, si sono invitati reciprocamente nei rispettivi Paesi, discutendo già su numerosi argomenti.

Cosa succede in America – Conferma al ministero della Sanità per Tom Price. Una vittoria stretta arrivata con 52 voti a 47, tanto per segnare una forte spaccatura. Price è considerato da molti uno pronto a privare milioni di americani dell’assistenza medica. L’altro fronte aperto è quello giudiziario con il ricorso per dare atto al provvedimento anti immigrati musulmani (provenienti da sette Paesi islamici) voluto da Trump. Anche la corte d’Appello federale di San Francisco ha votato all’unanimità contro il ripristino del bando. Per Trump l’ultima speranza resta la Corte Suprema.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La stampa e la sindaca deficiente

Le confidenze di Urbano Cairo ad alcuni tifosi del suo Torino hanno svelato cosa pensa questo editore (Corriere della Sera, La7 e altro ancora) della sindaca M5S Chiara Appendino, definita con fallo da Var, espulsione e retrocessione “deficiente”. Ma non c’è bisogno di videocamere nascoste o

Continua »
TV E MEDIA