Violenta ondata di maltempo flagella diverse regioni. Ingenti danni in Toscana e nel Lazio. Tre i morti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Temporali, grandinate e improvvisi nubifragi. Una nuova ondata di maltempo ha colpito diverse regioni causando danni e tre vittime. Un’atleta norvegese è morta ieri, colpita da un fulmine durante la Suedtirol Ultra Skyrace, in Alto Adige. Nelle prime ore di questa mattina una giovane donna ha perso la vita a Focene, nel comune di Fiumicino, a causa di una tromba d’aria che ha scaraventato la sua auto in un canale. Mentre il corpo di un uomo di 75 anni, disperso da ieri pomeriggio, è stato trovato morto vicino al campo sportivo di Olmo, nel comune di Arezzo. L’auto del 75enne è stata trovata nei pressi del sottopasso delle Ristradelle.

L’intensa perturbazione, pilotata da un vortice sulle regioni centro-settentrionali, ha attraversato nella notte gran parte d’Italia, concentrandosi soprattutto sulle regioni centro-settentrionali. Nel Nordovest, tra basso Piemonte e Liguria, gli accumuli pluviometrici anno raggiunto gli 80mm al confine tra Cuneese e Imperiese. Mentre si è attenuato il maltempo sulle Alpi orientali, piogge e temporali hanno colpito anche l’Emilia Romagna e il basso Veneto. I fenomeni più intensi si sono tuttavia registrati al Centro, con la Toscana flagellata da grandinate e nubifragi che hanno provocato pesanti allagamenti soprattutto nell’Aretino e in Valdelsa. Sulla base dei fenomeni previsti e in atto il Dipartimento della Protezione Civile, d’intesa con le regioni coinvolte, ha valutato anche per la giornate di oggi allerta arancione in Lombardia, Veneto, Liguria e Lazio. Valutata, inoltre, allerta gialla, sulle restanti regioni settentrionali e centrali, sull’Abruzzo e su parte di Molise, Campania, Basilicata, Calabria e Sardegna.

Il maltempo ha fatto una vittima la notte scorsa a Focene, frazione del Comune di Fiumicino. Si tratta di una giovane donna che era uscita per comprare le sigarette. Una tromba d’aria ha sollevato la sua auto in via Coccia di Morto, sbattendola prima sul guard rail, poi oltre il canale di bonifica sfondando la staccionata della pista ciclabile e, infine, contro la rete dell’aeroporto. “Sembra un teatro di guerra. Appena giunto a Focene – ha raccontato il sindaco di Fiumicino Esterino Montino nel corso del sopralluogo a Focene, colpita dalla tromba d’aria – ho potuto incontrare i genitori della ragazza, comprensibilmente affranti dal dolore. A loro e a tutti quelli che la conoscevano va il mio più caloroso abbraccio e la mia più sincera vicinanza per la tragedia che li ha colpiti. La tromba d’aria intorno alle 2.15 ha fatto moltissimi altri danni colpendo una ventina di case circa. Una di queste e’ stata completamente distrutta. In questo momento, insieme agli assessori, ai vigili e alla Protezione civile, stiamo facendo dei sopralluoghi per verificare nel dettaglio la situazione. Aggiorneremo nelle prossime ore”.

In provincia di Arezzo, alcune persone sono state evacuate a Pieve a Quarto per lo smottamento di un terreno e altre quattro da via Anconetana, nel capoluogo di provincia, per la caduta di un controsoffitto e l’allagamento abitazione. Al momento 647 le persone senza luce, comunica Enel. Nel comune di Fiumicino, nei pressi di Roma, una giovane donna è morta nelle prime ore di questa mattina a bordo di una macchina in via Coccia di Morto nella zona di Focene, adiacente all’aeroporto a causa di una tromba d’aria. Nella Capitale le violente piogge hanno causato ingenti danni e sono stati 130 gli interventi dei vigili del fuoco nella notte. In zona Battistini, in via Andrea Verga, è crollato il muro di contenimento di un palazzo, i seminterrati si sono allagati e i vigili del fuoco hanno fatto evacuare gli abitanti. Chiuse per l’acqua le stazioni della linea A della metropolitana di Roma Repubblica e Cipro.