Vittorio e Gennaro rinchiusi nell’incubo iracheno

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dalla Redazione

Nel caos iracheno ci sono anche due italiani che rischiano grosso. Il siracusano Vittorio Claudio, 23 anni, e il napoletano Gennaro Bifulco, di 50 anni, sono prigionieri in un carcere.

I due, che risiedono a Stoccarda, dopo aver fatto amicizia con un iracheno che vive in Germania si erano recati a Shaqlawa, in Iraq, nel Governatorato di Arbil, ospiti dell’amico iracheno. Al momento di ripartire per Monaco sono stati però fermati all’aereoporto di Sulaymaniyah e arrestati per una presunta falsificazione dei visti d’ingresso.

Portati in una ex caserma militare americana denominata Espirad, in località Segen-Fermende-Teyfirad, sono detenuti da oltre un mese in condizioni degradanti, in una unica cella con altri 40 carcerati musulmani e un Francese. Secondo quanto riferito a La Notizia dai familiari, i due reclusi sono costretti a mangiare e dormire per terra. La vicenda è seguita dalla Farnesina.