Lo Stato di Washington regalerà una canna di marijuana a chi si vaccinerà contro Covid-19

marijuana vaccino washington
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Lo Stato di Washington regalerà una canna di marijuana a chi si vaccinerà contro Covid-19. Il New York Times racconta che il Consiglio Statale per l’alcool e la cannabis ha annunciato la promozione, denominata Joints for Jabs, che durerà fino al 12 luglio.

Lo Stato di Washington regalerà una canna di marijuana a chi si vaccinerà contro Covid-19

Il consiglio consentirà ai rivenditori di marijuana che partecipano al programma di fornire ai clienti sopra i 21 anni un spinello dopo che questi hanno ricevuto la prima o la seconda dose del vaccino in un hub presente presso il punto vendita. Finora a Washington  il 58% delle persone ha ricevuto almeno una dose e il 49% è completamente vaccinato. Washington non è l’unico Stato ad offrire una promozione vaccinale sulla cannabis. L’Arizona ha recentemente annunciato una campagna simile. Fornirà canne di marijuana gratuite agli abitanti dell’Arizona di età pari o superiore a 21 anni che ricevono il vaccino.

L’ente per i liquori e la cannabis di Washington ha recentemente regalato una birra, un vino o un cocktail gratuiti ai residenti con il certificato di vaccinazione. Da quando il ritmo delle vaccinazioni negli Stati Uniti ha iniziato a diminuire drasticamente a metà aprile, gli stati e le città hanno avviato promozioni come la birra gratis nel New Jersey e una lotteria per vincere borse di studio universitarie a New York e Ohio. Diversi stati hanno organizzato lotterie che assegnavano premi in denaro pari a un milione di dollari.

Andy Slavitt, consulente  della Casa Bianca, ha affermato che l’amministrazione Biden sta incoraggiando gli stati a essere creativi. Anche attraverso lotterie o altri incentivi finanziari, per vaccinare le persone. Il governo federale consente agli Stati di utilizzare determinati fondi di soccorso federali per pagare questo tipo di programmi. Che attualmente stanno incidendo poco sui risultati della campagna di vaccinazione. Ma non tutto è perduto. Magari Washington aprirà una strada che altri seguiranno.