Xylella infinita. Prorogato di almeno altri sei mesi lo stato d’emergenza in Puglia. L’olivicultura salentina è ancora a forte rischio contagio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Almeno altri sei mesi di stato d’emergenza per la Xylella. Il ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali ha ritenuto opportuno prorogare l’emergenza causata dalla diffusione sul territorio della Regione Puglia del batterio patogeno da quarantena ‘Xylella fastidiosa’. Nella riunione, inoltre, è stata decisa l’integrazione delle competenze del commissario delegato che potrà così proseguire nell’attuazione del Piano del commissario di protezione civile, al fine di impedire l’ulteriore diffusione del batterio e gestire tutte le attività per raggiungere tale obiettivo.  Il ministro Martina ha sottolineato l’importanza di tutelare l’olivicultura salentina. Alle aziende colpite il ministero ha destinato 11 milioni di euro con la legge agricoltura approvata meno di un mese fa e resa immediatamente operativa.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Lega & soci altamente inquinanti

Mentre in Germania per la prima volta i Verdi superano nei sondaggi i conservatori della Merkel, in Italia una destra rimasta all’uomo di Neanderthal fa disperatamente opposizione per non inserire la difesa dell’ambiente nella Costituzione. La proposta sostenuta fortemente dai 5 Stelle è stata sotterrata

Continua »
TV E MEDIA