Yemen, assalto Isis alle moschee sciite. Un vero massacro: quasi 150 i morti. Doppio attentato nella roccaforte di Al Qaeda

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Ancora un massacro. Già si contano quasi 150 morti in Yemen dove due moschee nella zona centrale di Sana’a, capitale del Paese, sotto il controllo del movimento sciita Houthi, sono state attaccate da attentatori suicidi che si sono fatti esplodere durante la preghiera del venerdì. Moltissimi anche i feriti. Due esplosioni a trenta minuti l’una dall’altra.  Attentati rivendicati dallo Stato islamico. Lo Yemen è nel caos politico e religioso, spaccato in due tra il nord e la capitale Sana’a controllato dagli scitti Houthi e il sud in mano al presidente deposto Abd Rabbo Mansour Hadi.