A Roma entrano in servizio 80 nuovi autobus. Raggi: “Questo è solo il primo passo. Entro 12 mesi saranno 227. Trattateli bene perché sono vostri”

dalla Redazione
Politica

Sono stati presentati questa mattina a Tor Bella Monaca i nuovi autobus arrivati ieri nella Capitale che fanno parte dei 227 acquistati da Atac con la gara Consip. A entrare in funzione, tra oggi e domani, saranno 80 bus della nuova serie Citymood, che verranno assegnati alle principali rimesse Atac, per consentire una distribuzione omogenea su tutto il territorio cittadino.

I primi 60 mezzi saranno dislocati: 20 da 10 metri saranno dislocati ad Acilia, 20 da 12 metri a Grottarossa, 10 da 12 metri a Magliana, 20 da 12 metri a metano a Tor Sapienza e 10 da 12 metri a metano a Tor Pagnotta. A inaugurare i nuovi mezzi (24 saranno in servizio nella zona di Tor Bella Monaca), la sindaca di Roma, Virginia Raggi, l’amministratore unico di Atac, Paolo Simioni, e l’assessore alla Mobilità, Linda Meleo.

I nuovi bus, nel corso del mese di agosto verranno utilizzati per svolgere il servizio sostitutivo di superficie delle tratte di metro A interrotte per i lavori sull’infrastruttura.  Successivamente verranno utilizzati sulle principali linee della città, sia in centro che in periferia, tra le quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, lo 075 e il 508, zona Tor Bella Monaca; il 98 e il 775, zona Corviale; lo 063, zona Stazione Acilia; il 309 e il 544, zona Casal Bruciato. Entro ottobre tutti i 227 nuovi bus saranno su strada.

“Presentiamo il primo lotto di bus, sono nuovi, sono vostri, sono tutti per voi, inizieranno a circolare oggi pomeriggio – ha detto Raggi -. Trattateli bene perché sono vostri. Mettiamo su strada nuovi autobus per rafforzare le linee periferiche della nostra città. Con queste vetture rinnoviamo e svecchiamo un parco mezzi con un’età media di oltre 12 anni. Da qui ai prossimi mesi, a cascata, saranno in circolazione tutti i 227 bus. Questo vuol dire meno attese alle fermate, collegamenti che funzionano e un servizio migliore per tutti i cittadini. Questo è solo il primo passo”.

“Atac è stata salvata per voi e perché è nostra – ha aggiunto la sindaca della Capitale – abbiamo voluto salvare due aziende con questa operazione: Atac che era sull’orlo del collasso ed Industria Italiana Autobus che ha prodotto i bus. Stiamo cercando di implementare molto il servizio nelle periferie, quindi era scontato partire da qui con i nuovi bus”.

Loading...