Annamaria Franzoni è tornata in libertà. La mamma di Cogne che nel 2002 uccise il figlio di 3 anni ha espiato tutta la pena

dalla Redazione
Cronaca

Annamaria Franzoni, condannata nel 2008 a 16 anni per l’omicidio del figlio Samuele di tre anni, avvenuto a Cogne il 30 gennaio 2002, ha espiato la sua pena, con mesi di anticipo rispetto alle previsioni, potendo usufruire dell’indulto e della liberazione anticipata per la buona condotta. Da giugno 2014 era in detenzione domiciliare a Ripoli Santa Cristina, sull’Appennino bolognese. La Franzoni, che si è sempre proclamata innocente, era stata condannata in via definitiva dalla Cassazione il 21 maggio 2008 e fino al 2014 era rimasta in carcere. Gli ultimi 5 anni di detenzione ai domiciliari li ha trascorsi ottenendo anche il beneficio del lavoro esterno in una coop sociale. La condanna a 16 anni è stata ridotta a meno di 11 grazie a 3 anni di indulto e alla liberazione anticipata concessa per buona condotta.