Bombe fatte in casa. Nei guai un ex professore di ingegneria della Sapienza. Nel 2016 pubblicò su un blog una guida per costruire ordigni

dalla Redazione
Cronaca

Insegnava a fabbricare ordigni artigianali a base di nitroglicerina e perfino a fabbricare un detonatore a distanza. Per questo Paolo Maltese, ex professore di ingegneria della Sapienza, nonché figlio del noto storico d’arte Corrado, è finito sotto processo con l’accusa di violazione sulla legge delle armi. Un caso incredibile, quello approdato ieri nel tribunale monocratico di Roma, per fatti risalenti al 2016. Anni in cui l’uomo, ormai in pensione, curava il proprio blog affrontando argomenti di ogni genere. Nulla di strano se non fosse che un giorno pubblicava un post intitolato “esplosivo fatto in casa”, oggi bloccato da Google. L’articolo ben presto veniva segnalato alla Digos che, dopo l’indagine e con non poca sorpresa, individuava l’autore nell’insospettabile professore.