D’Alfonso molla la doppia poltrona. Dalfy sceglie il Senato. La regione Abruzzo tornerà al voto tra novembre e dicembre

dalla Redazione
Politica

Dopo aver tenuto per cinque mesi la regione Abruzzo in ostaggio, Luciano D’Alfonso ha fatto sapere di aver scelto l’incarico da senatore a quello di governatore. L’Abruzzo così si avvia a nuove elezioni e a una nuova campagna elettorale per le Regionali che dovrebbero tenersi tra novembre e dicembre.

La questione della incompatibilità tra presidente di regione e senatore è andata avanti per tre mesi con D’Alfonso che ha continuato a svolgere “normalmente” il doppio incarico di senatore e presidente. La situazione si è sbloccata la scorsa settimana con l’insediamento della Giunta delle elezioni e delle immunità del Senato che con una delibera ha invitato D’Alfonso a optare entro tre giorni tra le due cariche.

Ma Dalfy non saluterà in silenzio, anzi: “Opto per il Senato dove, ora, si lavora a ritmo sostenuto. Il 7 settembre farò un grande evento a Pescara per spiegare agli abruzzesi tutto quello che ho fatto durante la mia presidenza”. Un evento che sarà già piena campagna elettorale in vista delle Regionali.

D’Alfonso ha spiegato di averci impiegato tanto per decidere vista anche la situazione di inizio legislatura in cui non si capita se si fosse riusciuti a formare un governo o no. Quindi meglio mettere una poltrona al sicuro.

La campagna elettorale abruzzese è già partita visto che sabato sera a Pescara c’è stato il vicepremier e ministro dei Cinque Stelle, Luigi Di Maio. Il Movimento punta sulla regione verde d’Italia per farne la prima governata da un presidente a Cinque Stelle. Tutti gli indizi fanno pensare a una candidatura di Sara Marcozzi. Anche se alla fine deciderà la Rete. Per gli altri schieramenti è tutto ancora da decifrare.