Domenica delle Palme di morte. In Egitto bombe in due chiese copte durante la messa al Cairo e ad Alessandria: 27 morti e 78 feriti

dalla Redazione
Mondo

Una bomba nella chiesa copta di Tanta, a nord del Cairo. Una esplosione all’esterno di una basilica cristiana ad Alessandria. Entrambi gli attentati sono stati rivendicati dall’Isis su Amaq, l’agenzia stampa dello Stato islamico. Si tinge di sangue la Domenica delle Palme in Egitto. La prima deflagrazione è avvenuta dopo le 9.30 nella chiesa di Mar Girgis (San Giorgio, ndr), mentre 2mila persone assistevano alla messa. Le vittime, secondo quanto riporta il ministro della Salute egiziano, sono almeno 27 e i feriti 78.

Si stava celebrando la Domenica delle Palme nella chiesa di Tanta, città egiziana a nord del Cairo. Un’esplosione vicino la chiesa, però, ha causato la morte almeno di 21 persone, mentre altre 42 sono rimaste ferite.

Le forze di sicurezza hanno immediatamente formato un cordone attorno alla chiesa copta Mar Girgis vicino alla quale è avvenuta l’esplosione, riporta il sito del quotidiano Al-Youm 7, sottolineando che sul posto sono arrivate anche la protezione civile ed esperti di esplosivi. La chiesa si trova nella zona Ali Moubarak, riporta il giornale Al Masry Al Youm, sottolineando che cinque ambulanze si sono recate immediatamente sul posto. Nella chiesa si stava celebrando la Domenica delle Palme, come detto.

Le vittime dell’attentato, però, potrebbero essere anche superiori, considerando che su twitter diverse giornalisti locali alzano il numero dei morti, arrivando anche a 30.

I fedeli stavano celebrando la Domenica delle palme al momento dell’attacco che, secondo quanto riferito da fonti di sicurezza all’agenzia di stato egiziana Mena, sarebbe stato condotto attraverso un ordigno esplosivo posizionato all’interno della chiesa.

 

Loading...