Francia, soccorre una migrante che doveva partorire d’urgenza. La guida alpina ora rischia fino a 5 anni di carcere

dalla Redazione
Cronaca

Rischia fino a cinque anni di carcere l’uomo che ha soccorso una famiglia di migranti al confine tra Italia e Francia. Benoit Ducos del Briançonnais è indagato per favoreggiamento all’immigrazione clandestina per aver aiutato una donna che era incinta e stava per partorire, caricandola in auto, cosa vietata dalle leggi sull’immigrazione. Benoit è un volontario (guida alpina) che da due anni fornisce assistenza ai migranti, ma a nulla sono valse le spiegazioni fornite alla polizia che lo hanno bloccato. Il volontario ha confermato che lo rifarebbe ancora. La moglie Sophie: “Sono terrorizzata e indignata, tra i gendarmi c’era una donna”.

La famiglia nigeriana era stata avvistata e soccorsa a Monginevro, a quota 1900 metri di altezza.  Benoit l’ha poi caricata per portarla all’ospedale di Briançon, dove è stato bloccato per oltre un’ora, compresa la donna incinta. Soltanto l’arrivo dei pompieri ha consenti il soccorso della migrante. E che la situazione fosse piuttosto grave lo testimonia il parto d’urgenza con un cesareo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *