Bologna, tamponamento in autostrada. Esplode un’autocisterna di Gpl: morto il conducente, oltre 50 i feriti. Crollato pure il ponte della tangenziale

dalla Redazione
Cronaca

Un’autocisterna che trasportava liquido infiammabile è esplosa ieri sul raccordo di Casalecchio R14 provocando l’Apocalisse. A provocare l’esplosione un incidente che ha visto il coinvolgimento di tre mezzi pesanti. Il bilancio finale parla di un morto e una settantina di feriti.

L’inferno a Bologna sul raccordo autostradale quando erano circa le due del pomeriggio. A causare le fiamme un tamponamento tra un’autocisterna di Gpl e un camion. Poi l’esplosione. Fuoco e fiamme e il ponte della tangenziale, che corre parallela ai lati dell’autostrada, che è crollato in due pezzi. Come se non bastasse, lo scenario apocalittico ha visto che decine di automobili di due concessionarie raggiunte dall’incendio, oltre alle attività e case della zona danneggiate. Devastato l’intero quartiere di Borgo Panigale.

Smentita la notizia, che si era diffusa nel corso del pomeriggio, di una seconda vittima. L’unico a perdere la vita è stato il 42enne conducente dell’autocisterna. Fra i feriti anche undici carabinieri e due poliziotti della stradale che stavano dirigendo il traffico subito dopo l’incidente stradale, prima dell’esplosione.

Il traffico stradale è stato chiuso tra Bologna Casalecchio ed il bivio con la A14 Bologna-Taranto in entrambe le direzioni. Per ragioni di sicurezza è stato necessario procedere alla chiusura anche della Tangenziale di Bologna, nel tratto compreso tra Bologna Casalecchio e lo Svincolo aeroporto 4 bis, in entrambe le direzioni.

Aggiornamento traffico a martedì 7 agosto – Il traffico è stato riaperto alle 9.25 di oggi, martedì 7 agosto. I tecnici di Autostrade per l’Italia, dopo verifiche proseguite per tutta la notte, hanno confermato la transitabilità del tratto nella carreggiata opposta a quella crollata. E’ stato predisposto uno scambio di carreggiata, che consente agli utenti provenienti da Firenze di raggiungere la A14 tramite una corsia in deviazione sulla carreggiata opposta. Riaperto anche il tratto di tangenziale compreso tra gli svincoli 2 e 3 in direzione dell’A1. Il tratto, invece, rimane chiuso in direzione A14. La deviazione non riguarda coloro che dalla A1, provenendo da Milano, sono diretti verso la A14 e viceversa, il cui percorso resta inalterato.