Il ponte di Genova sarà ricostruito da Salini Impregilo insieme con Fincantieri e Italferr. Il progetto del nuovo viadotto sul Polcevera si baserà sull’idea dell’architetto Renzo Piano

dalla Redazione
Cronaca
ponte genova

La notizia, come aveva anticipato ieri il sindaco di Genova e commissario alla ricostruzione Marco Bucci, è ufficiale. Il nuovo ponte sul Polcevera sarà costruito da Salini Impregilo insieme con Fincantieri e Italferr. Il progetto, secondo quanto ha anticipato l’Ansa, sarà eseguito da Italferr sull’idea dell’architetto genovese Renzo Piano. Il raggruppamento di imprese ha vinto la gara a cui ha partecipato anche il gruppo Cimolai di Pordenone presentando quattro progetti, tre dei quali firmati dall’architetto spagnolo Santiago Calatrava.

E proprio la Cimolai ha confermato di essere stata informata dal Commissario che i lavori per la ricostruzione del ponte sul Polcevera verranno affidati alla cordata Salini-Impregilo-Fincantieri. “La società Cimolai – ha detto in una nota – per puro spirito di servizio al Paese e per non ostacolare la ricostruzione tale da aprire al traffico l’infrastruttura entro natale 2019, non ha intenzione di presentare ricorso”.

Secondo le previsioni del commissario Bucci, la ricostruzione dovrebbe partire il 31 marzo 2019, con la demolizione ancora in corso, avviata sabato scorso con l’impiego di cinque ditte per una commessa del valore di 19 milioni. Il nuovo ponte costerà intorno ai 200 milioni di euro. Il tempo di realizzazione è stimato in circa un anno ma Bucci e il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, sperano di vederlo in piedi entro la fine del 2019.