Crociera in gravidanza, si può. Ecco i sette suggerimenti per una vacanza in totale relax senza preoccupazioni

dalla Redazione
Argomenti

Viaggiare quando si è incinta si può: auto, treno, aereo e naturalmente anche una bella crociera. Sono tanti, però, i dubbi e le preoccupazioni che sorgono a una coppia di futuri genitori prima di prenotare una vacanza, ma, con le dovute cautele e con qualche piccola regola da tenere a mente, non ci saranno problemi, sempre parlando di una gravidanza nella norma e senza particolari problematiche. Sarà, anzi, una vacanza in totale relax, serviti e riveriti, ma con la possibilità di visitare tanti luoghi diversi senza stancarsi troppo.

E’ per questo che Crocierissime (www.crocierissime.it), il primo sito italiano interamente dedicato al mondo delle crociere che collabora con le principali compagnie nazionali e straniere, basandosi sulle esperienze dei viaggiatori e sul parere di esperti, ha stilato una lista di 7 consigli e accorgimenti da tenere presente per vivere un’esperienza di totale relax sulla nave, senza pensieri, anche per sfatare falsi miti e paure delle coppie.

1) Regole per l’imbarco.
Non si può viaggiare durante tutta la gravidanza, il periodo migliore è il secondo trimestre e, nel caso delle crociere, quasi tutte le navi, come Costa Crociere, Royal Caribbean e MSC Crociere, lo vietano oltre la 24esima settimana (alla data di sbarco). Inoltre, bisogna ricordare di portare con se’ un certificato medico che attesti le buone condizioni di salute e la presunta data del parto e alcune compagnie si riservano il diritto di decidere se non accettare le future mamme a bordo in particolari condizioni che potrebbero essere rischiose, come in caso di meteo avverso. E’ importante ricordare che sulle navi è presente personale medico generico, non specialistico, quindi sarebbe meglio consultare il proprio ginecologo prima di partire, spiegandogli che si intende fare una crociera e sentire il suo parere.

2) La scelta della meta.
E’ preferibile una crociera non troppo lontana, e non troppo lunga; l’ideale è il Mediterraneo, in modo da evitare lunghi voli aerei, vaccini, cambi di fuso orario e paesi esotici che potrebbero esporre a maggiori rischi per la salute. Il clima, inoltre, è ideale in ogni periodo dell’anno, e consente di godere al meglio delle bellezze dei posti e del mare per l’ultima fuga a due prima dell’arrivo del/dei nuovi componenti della famiglia.

3) Escursioni.
In crociera ne vengono proposte tante, ma non tutte vanno bene per le donne in gravidanza. No a quelle troppo lunghe o impegnative che prevedono sport come immersioni o alle passeggiate a dorso di cammello e meglio evitare le cene beduine. Ma l’offerta è varia, e il personale di bordo vi può consigliare su quelle più adatte a voi, come un city tour, un giro per lo shopping, uno spettacolo tradizionale di musica o danze o la visita di un museo, oppure prenotarne una appositamente per voi in modo da essere più indipendenti e prendervi i vostri tempi. L’abbigliamento è importante, regola n.1 è la comodità: quindi scarpe da ginnastica, vestiti leggeri, cappello e creme solari e defaticanti per rilassare le gambe dopo le passeggiate.

4) Attività per il benessere.
Sulle navi c’è di tutto: palestra, piscina, ponti per camminare, aree relax, spa con massaggi, tutte attività che possono solo far bene a una donna in dolce attesa, che non dovrebbe mai rinunciare a fare un po’ di movimento, anche in vacanza, per il benessere suo e del nascituro, senza però dimenticare i momenti di pausa e totale rilassamento, godendo di tutti i servizi che una crociera può offrire.

5) A tavola senza problemi.
Le donne in attesa fanno particolare attenzione a ciò che mangiano nei 9 mesi che precedono il parto, ma l’offerta sulle navi è talmente varia e variegata, con diversi ristoranti e menu proposti, che non si possono avere problemi a trovare qualcosa di adatto a ogni esigenza. Il cibo e gli alimenti sono rigorosamente selezionati e controllati ma è buona regola, comunque, evitare cibi crudi, carni di maiale e pesce, e cercare per quanto possibile di mantenersi leggere con frutta e verdura. Il consiglio è quello di informare il personale, e in particolare il cameriere che vi viene assegnato, della vostra condizione, in modo che sia lui a pensare a voi e a fare richieste speciali da parte vostra in cucina, avendo un’attenzione in più per quello che vi viene servito. Fondamentale, sempre, idratarsi. L’aria negli ambienti della nave è di solito asciutta perché gli ambienti sono climatizzati, quindi diventa ancora più importante bere molta, molta acqua. Va acquistata sempre a bordo, mai nelle escursioni fuori dalla neve, eviterete così di incorrere in brutte sorprese soprattutto in paesi di culture e tradizioni molto diverse dalle nostre.

6) Avere con se’ l’occorrente.
Non dimenticate di mettere in valigia i vostri prodotti abituali, dalle creme anti-smagliature alle poche medicine che potete prendere in caso di bisogno. E’ vero che a bordo c’è una piccola farmacia, ma sempre meglio avere i medicinali consigliati dal proprio medico. Se vi siete dimenticati qualcosa, però, niente paura, ogni cabina ha a sua disposizione un maggiordomo personale per aiutarvi a soddisfare ogni richiesta e a risolvere i problemi.

7) Niente panico.
Se avete scelto una compagnia straniera, non conoscete le lingue e non siete così vicini a casa, tenete presente che il personale a bordo è multilingue e i giornali, i menu dei ristoranti e tutte le informazioni più importanti si trovano scritte anche in italiano. Voi che temete di aver bisogno di un’assistenza in più, troverete sicuramente ogni risposta e aiuto in caso di bisogno.

Un portavoce di Crocierissime ha dichiarato: “Consigliare a tutte le future mamme e ai loro compagni di non rinunciare ai viaggi in gravidanza e di godersi una bella crociera rilassante, l’ideale per non stancarsi troppo, essere coccolati e sentirsi assistiti come a casa, basta solo avere qualche piccolo accorgimento”.  

Loading...