La nuova frontiera dello sballo. Ordinavano la droga attraverso le emoticon di Whatsapp. Scoperta la rete dello spaccio tra giovanissimi

Una rete molto estesa di giovani e giovanissimi, tutti italiani, spacciavano marijuana, hashish, cocaina e droghe sintetiche usando WhatsApp e Facebook. E’ emerso in un’operazione della polizia a Monza. Gli indagati sono 61, tra i quali 8 arrestati e 5 giovani sottoposti all’obbligo di dimora. L’indagine ha messo allo scoperto una sorta di codice per l’acquisto di droga basato sulle famose “faccine”, le emoticon di Whatsapp. Nell’indagine gli investigatori del Commissariato di Monza sono riusciti a decifrare il linguaggio in codice utilizzato dai giovani: i più comuni emoticon rappresentavano i diversi tipi di droga (un quadrifoglio era ad esempio una dose di marijuana), ed espressioni comunissime tra i giovani avevano, in realtà, significati commerciali, come “andiamo a bere” (acquistare Ketamina liquida) o “10 libri di scienze” (chiedere 10 grammi di marijuana).

Loading...