Bovini, comitati e feste: solite marchette di Pd e Fi. Fioccano le richieste di fondi per tutto, comprese le ex Province. Gasparri vorrebbe potenziare la spesa militare di 26 miliardi fino al 2021

di Carmine Gazzanni
Politica
MAURIZIO GASPARRI

Pochi probabilmente sono a conoscenza di quanto fondamentale sia il tratto stradale Sfercia-Comunanza in provincia di Macerata. Eppure il senatore di Forza Italia Andrea Cangini, eletto proprio nelle Marche, ha presentato un emendamento alla Manovra per chiedere uno stanziamento ad hoc di 240 milioni. Giusto per capire quanto fondamentale sia.

Non meno del “quadruplicamento della linea ferroviaria Lucca-Pistoia” chiesto con un altro emendamento ad hoc (e relativo stanziamento di 5 milioni) dal senatore (lucchese, manco a dirlo) del Pd, Andrea Marcucci. E che dire, ancora, dell’abruzzese Nazario Pagano che ha pensato bene di chiedere uno stanziamento specifico (1,5 milioni) per la ristrutturazione della “biblioteca provinciale Angelo Camillo De Meis della Provincia di Chieti”. Quel che pare, insomma, è che a prescindere dall’esito felice o – molto più probabilmente – infelice delle richieste avanzate, a Palazzo Madama ognuno stia cercando di tirare l’acqua al suo mulino.

La sequela di marchette è impressionante. Un altro lucchese, Massimo Mallegni, ha chiesto uno stanziamento di 100 milioni per le Rocche Medievali di cui, non a caso, il territorio garfagnino è pieno. I lucani Salvatore Margiotta e Gianni Pittella, invece, hanno chiesto di incrementare di 10 milioni le risorse destinate al pagamento delle indennità di abbattimento di bovini e bufalini malati, “con particolare riferimento alle razze bovine della Murgia materana”.

Altra interessante casualità. Curiosa anche la richiesta di finanziamento per 500mila euro avanzata dal forzista Maurizio Gasparri per il Comitato Atlantico Italiano. Chi troviamo tra i membri del direttivo di questa fondazione? Tra gli altri, anche l’attuale senatore di Forza Italia (e dunque collega di Gasparri) Lucio Malan. Senza dimenticare ex personaggi politici di spicco come Corrado Passera, Margherita Boniver ed Enrico La Loggia. Nulla di cui sorprendersi.

Un gruppo di senatori di Fratelli d’Italia ha preferito chiedere 120mila euro per la Fondazione Renzo De Felice “in occasione del quarantesimo anno dalla scomparsa di Ugo Spirito e del novantesimo anno dalla nascita di Renzo De Felice”. E come a destra così a sinistra: il dem Franco Mirabelli ha chiesto uno stanziamento complessivo di 200mila euro per “consentire lo svolgimento delle celebrazioni della figura di Nilde Iotti”.

E se, ancora, fioccano anche curiose proposte come quella di Raffaele Fantetti che, eletto all’estero, chiede l’istituzione di un “Comitato per la tutela e la promozione della ristorazione italiana nel mondo”, ce ne sono anche alcune che inquietano: sempre  Gasparri ha chiesto di potenziare, in ossequio alle richieste Nato, la spesa militare per 26 miliardi da qui al 2021.