Sul malaffare non si può scherzare. Morra contro Salvini: “La corruzione è inaccettabile ed è lo strumento usato dalla mafia”

dalla Redazione
Politica

La tangentopoli in Lombardia che sta travolgendo il centrodestra non è affatto da sottovalutare o sminuire. Ad affermarlo è il presidente della Commissione parlamentare antimafia, Nicola Morra (nella foto), che invita tutti a tenere alta la guardia. “O si capisce che la Corruzione è inaccettabile, senza dimenticare che è lo strumento usato dalla mafia, oppure non si va da nessuna parte” ha tuonato, ieri, il grillino. Poi, in risposta alle critiche sull’eccessivo rigore che gli aveva mosso due giorni fa il ministro degli Interni Matteo Salvini, il presidente si è tolto i sassolini dalle scarpe e, senza peli sulla lingua, ha tuonato: “A chi dice basta con i paletti perché così le imprese chiudono, io replico con basta con le tangenti che dopo un po’ gli onesti muoiono”.