Operazione dei Carabinieri contro il clan Triassi, rivale degli Spada. Eseguiti 42 arresti e sequestro di beni per 2 milioni di euro. Salvini: “Continuano le pulizie di Ostia”

dalla Redazione
Cronaca

Alle prime luci dell’alba i Carabinieri del Gruppo di Ostia hanno eseguito, tra Lazio, Campania, Toscana, Lombardia e Marche, un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip di Roma su richiesta della Direzione distrettuale antimafia della Capitale, nei confronti di 42 persone considerate appartenenti ad una delle compagini criminali più strutturate e potenti della zona, ritenuta epigona del clan Triassi e storicamente contrapposta a quella della famiglia Spada.

Le accuse, a vario titolo, sono: associazione armata finalizzata al traffico di stupefacenti; sequestro di persona a scopo di estorsione, detenzione illegale di armi, minacce e ricettazione. Gli inquirenti hanno ricostruito di alcuni gravi episodi criminali commessi dagli appartenenti all’organizzazione ed avvenuti a Ostia e zone limitrofe negli ultimi anni.

“Quarantadue arresti e beni sequestrati per almeno due milioni di euro. Continuano le pulizie di Ostia – ha commentato il ministro dell’Interno Matteo Salvini – grazie a una maxi operazione dei carabinieri e che ha coinvolto anche altre regioni d’Italia: dopo aver colpito gli Spada, ora è il turno di un altro clan. Grazie alle forze dell’Ordine, avanti così!”.