Referendum, all’estero stravince il Sì con il 64%: si sono recati alle urne 1.251.728 italiani. A Castelnuovo di Porto proteste di M5S e Sinistra Italiana

dalla Redazione
Politica

Dopo tante polemiche, ecco i numeri reali sul voto all’estero. La Farnesina ha reso noto che dei 4.052.341 italiani oltre confine aventi diritto al voto, hanno partecipato alla consultazione referendaria 1.251.728 elettori. Il dato corrisponde a un’affluenza del 30,89%. Contrariamente al resto della penisola all’Estero il sì ha stravinto con il 64,7% delle preferenze (contro il 35,3% del No).

Ma su questo tema anche oggi la tensione è rimasta molto alta. Alcuni rappresentanti dei comitati del No, con in testa il Movimento 5 Stelle, hanno denunciato di essere stati esclusi per circa due ore dalle operazioni preliminari allo spoglio per degli errori formali “compiuti dalla Corte d’Appello” e lasciati fuori dall’edificio. “I nostri nomi – ha affermato il consigliere regionale pentastellato del Lazio Davide Barillari – sono stati messi in una lista sbagliata. Per due ore hanno fatto quello che volevano. Nel periodo di tempo in cui non c’eravamo non sapremo mai cosa è accaduto”.

“Di fronte alla pessima figura di questo pomeriggio nell’organizzazione dei seggi per il voto agli italiani all’estero presso Castelnuovo di Porto – hanno spiegato i capigruppo di Sinistra italiana, Loredana De Petris e Arturo Scotto – è evidente che non sono sufficienti le argomentazioni burocratiche della Corte d’Appello, che dovrà spiegare pure i cartellini ‘comitato per il Sì’ per tutti i rappresentanti. Nelle prossime ore sarà nostra cura presentare in Parlamento interrogazioni perché vogliamo andare fino in fondo in questa vicenda kafkiana”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *