Roma Caput Mundi rivive a teatro. Appuntamenti con la storia al Teatro Argentina. Da Enea ad Annibale per far Luce sull’archeologia

di Nello Mucci
Cultura

Un lunghissimo viaggio tra Roma e il Mediterraneo, quel mare dove i romani hanno dominato per molti anni conquistando le loro fortune. Anni di incontrastato dominio che hanno garantito ai romani anche tanti tesori archeologici e culturali. Materiale che ha influenzato l’intera civiltà romana. E che ora rivivrà al Teatro Argentina nella quarta edizione di “Luce sull’archeologia”.

La rassegna – Sette appuntamenti domenicali, dopo i grandi successi ottenuti negli anni passati, sempre e rigorosamente a partire dalle 11 del mattino, che si protrarranno tra gennaio e maggio. L’esordio proprio ieri, domenica 14 gennaio, con il viaggio di Enea. Le origini troiane: un mito per l’impero. Gli altri appuntamenti sono fissati al 4 e 18 febbraio, 8,15 e 22 aprile, per chiudere il 13 maggio. Sarà un lungo viaggio pieno di testimonianze ed immagini per fare luce sulle relazioni e gli intrecci tra la città di Roma e il mare Mediterraneo, territorio dove sono circolate merci, persone e idee che tutte insieme hanno influito nella costruzione della gloria della città eterna. La rassegna ci porterà al centro di quel mare dominato dai romani nel II secolo avanti Cristo attraverso le spiegazioni di storici, studiosi ed esperti che verranno presentati al pubblico da Massimiliano Ghilardi, direttore Associato dell’Istituto Nazionale di Studi Romani e Segretario Generale dell’Unione Internazionale degli Istituti di archeologia Storia e Storia dell’Arte in Roma. Gli anni del II secolo a.C sono quelli della definitiva vittoria romana contro i cartaginesi, la presa di Corinto e l’eredità del regno di Pergamo, che consegnarono alla Repubblica il dominio del Mediterraneo e tutti i territori di quest’area passarono sotto la sua autorità, favorendo così l’assimilazione giuridica,  linguistica e l’ellenizzazione della cultura romana della regione.

Gli appuntamenti – Dopo la prima uscita dedicata ad Enea, verranno passati in rassegna i grandi porti dell’Italia antica. In ogni appuntamento verranno presentati anche i ritrovamenti e le scoperte fatte nell’occasione raccontata al pubblico. Sarà poi la volta del racconto delle battaglie con Annibale. Altra puntata sarà quella dedicata ai commerci e ai bottini che fecero grande Roma in Oriente. Anni di lusso sfrenato. Per fare tappa poi sull’Egitto e sui rapporti stretti con i popoli del Mediterraneo antico. Per chiudere, infine, il viaggio in terra lucana, tra greci e romani, rendendo così omaggio anche a Matera Capitale Europea della Cultura 2019.