Ryan Gosling d’altri tempi. Ritira il Golden Globe e ringrazia la moglie Eva Mendes: “mentre io recitavo, lei cresceva nostra figlia e aiutava il fratello malato di cancro”

dalla Redazione
Video

Un Ryan Gosling emozionato quello che ha conquistato la notte dei Golden Globe. L’attore canadese ha trionfato con il musical La La Land di Damien Chazelle, premiato con ben sette globi, un record storico per la cerimonia organizzata dalla Hollywood Foreign Press Association.

Il film si è portato a casa i riconoscimenti come migliore film nella sezione commedia o musical, miglior attore protagonista appunto con Ryan Gosling, miglior attrice con Emma Stone, migliore sceneggiatura, miglior regia, migliore colonna sonora e migliore canzone, City of Stars, vincendo quindi in tutte le categorie in cui era stato nominato.

Ma ciò che ha stupito è stato soprattutto il discorso di Ryan Gosling al momento di ritirare il suo premio. L’attore ha infatti approfittato dell’occasione per citare i sacrifici fatti da sua moglie, l’attrice Eva Mendes, mentre lui era impegnato con le riprese del film che lo ha consacrato come uno dei volti dell’anno.Ecco il video:

“Non sarei arrivato – ha detto Ryan Gosling – su questo palco senza l’aiuto di una montagna di persone. Non ho tempo di ringraziare tutti, quindi proverò a ringraziare quanto meglio posso una sola persona, dicendo che mentre io ero intento a cantare, ballare, suonare il pianoforte e ad avere una delle migliori esperienze come attore, la mia signora era impegnata a crescere nostra figlia, incinta della nostra seconda bambina, e cercare di aiutare il fratello a combattere la sua battaglia contro il cancro”.

“Se non si fosse caricata su di sé tutto questo così che io potessi fare questa esperienza, ci sarebbe sicuramente qualcun altro qui sul palco. Quindi tesoro, grazie. Alle mie figlie, Amanda ed Esmeralda, vi voglio bene. E se posso, vorrei dedicare questo premio alla memoria di suo fratello Juan Carlos Mendes“.

Loading...