Sanitopoli abruzzese, Del Turco condannato in via definitiva a 3 anni e 11 mesi per induzione indebita

dalla Redazione
Cronaca
ottaviano del turco

Pena confermata, in via definitiva, per l’ex governatore dell’Abruzzo, Ottaviano Del Turco, nell’ambito del processo per la cosiddetta sanitopoli abruzzese. La Suprema corte ha ribadito il verdetto, 3 anni e 11 mesi per induzione indebita, della Corte d’Appello di Perugia nell’appello-bis deel dicembre 2017. Insieme a Del Turco è stato condannato in via definitiva, a 3 anni e 9 mesi, anche l’ex capogruppo della Margherita in Regione, Camillo Cesarone.

Del Turco venne arrestato nel luglio 2008 e trascorse circa tre mesi in carcere e ai domiciliari in seguito alle rivelazioni dell’ex patron della clinica Villa Pini di Chieti, Vincenzo Angelini.  I processi, durati oltre dieci anni, hanno confermato quanto aveva scoperto la Procura di Pescara indagando su una serie di tangenti, per circa 800 mila euro, che Angelini versò al governato.

In primo grado Del Turco era stato condannato a 9 anni e 6 mesi per associazione a delinquere e altri reati, in appello la pena era scesa a 4 anni e 2 mesi e per una precedente decisione della Suprema Corte era stata esclusa l’associazione e nell’appello bis, svoltosi davanti alla Corte d’appello di Perugia nel 2017, la pena era stata ricalcolata in 3 anni e 11 mesi, ora confermata in Cassazione.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *