Scandalo nomine procure. L’affondo di Morra: “La politica deve anticipare il giudizio della magistratura”

dalla Redazione
Politica

Qualcuno lo ha solo pensato mentre altri, senza girarci intorno, hanno chiesto un passo indietro al dem Luca Lotti, coinvolto nello scandalo nomine in Procura. Tra quest’ultimi c’è soprattutto il tesoriere del Pd Luigi Zanda che ieri senza mezzi termini ha chiesto al collega di lasciare il partito. Una dichiarazione che è stata criticata da molti ma su cui, nel pomeriggio, è tornato il presidente della Commissione parlamentare Antimafia e senatore M5S Nicola Morra (nella foto) per far notare a tutti che da quando c’è il Movimento 5 Stelle non si può che “riconoscere il fatto che qualcosa sta effettivamente cambiando. La politica deve anticipare il giudizio della magistratura” e non tergiversare come sta facendo il leader del Pd Nicola Zingaretti.