Scippato a Salvini il sito per gli italiani all’estero. Un privato registra prima del Viminale il dominio Capitaleumanoitalia.it

di Caris Vanghetti
Cronaca
CARLA RUOCCO

Scippato al ministero dell’Interno il dominio del sito internet che servirà, ai cittadini italiani e stranieri che vivono all’estero, a informarsi su come portare la loro residenza in Italia. Infatti, questa settimana l’Aula della Camera voterà una proposta di legge (a prima firma Carla Ruocco nella foto) in materia di “Disposizioni per la semplificazione fiscale, il sostegno delle attività economiche e delle famiglie e il contrasto dell’evasione fiscale”, in cui, tra le altre, è contenuta una norma (art. 26) per favorire il rientro in Italia dei lavoratori attraverso la concessione di sconti fiscali.

Nel testo che sarà esaminato dai deputati è prevista l’istituzione “presso il Ministero dell’Interno” del “Portale unico per i cittadini italiani e di Stati stranieri che vivono all’estero e intendono trasferire la loro residenza o il loro domicilio nel territorio dello Stato italiano. Il Portale opera attraverso il sito internet www.capitaleumanoitalia.it”.

Tale sito, specifica la norma “è gestito in coordinamento con il Ministero dell’Interno e assiste i soggetti che intendono trasferirsi in Italia con riferimento non esclusivo alle seguenti materie” e poi prosegue con una lunga lista di argomenti, tra cui spicca la documentazione necessaria per trasferirsi in Italia, le offerte di lavoro dei centri per l’impiego e le offerte di lavoro per persone altamente qualificate. Peccato, però, che un certo Francesco Rossi di Arezzo abbia già provveduto a registrare, lo scorso 18 ottobre, a suo nome, quella che poteva essere una bella vetrina all’estero per il ministero dell’Interno.