Scoperto un maxi database contenente 773 milioni di indirizzi e-mail e 22 milioni di password. Ecco come scoprire se il proprio account è stato violato

dalla Redazione
Cronaca

Si chiama “Collection #1” e potrebbe essere il più grande archivio di e-mail e password rubate nella storia della Rete. Gli esperti l’hanno definita una “master list” degli hacker, con dati rubati a svariati milioni di utenti. Un enorme database di oltre 87 GigaByte di  dati contenente oltre 12mila con 773 milioni di indirizzi e-mail e quasi 22 milioni di password.

A renderlo noto è stato l’esperto in sicurezza Troy Hunt, a capo del servizio online Have I been pwned? (Sono stato bucato) con cui è possibile facilmente verificare se i propri account sono stati violati. I numeri riportati da Hunt non sono quelli complessivi, infatti si parla di 2,7 miliardi di indirizzi mail e password, fra cui un miliardo di e-mail e relativi password combinati.

“Sembra una collezione completamente casuale di siti – ha spiegato l’esperto a Wired -, fatta esclusivamente per massimizzare il numero di credenziali accessibili agli hacker. Non c’e’ uno schema, solo la ricerca di massima esposizione”.