Si è finalmente insediata al Senato la commissione d’inchiesta sul femminicidio. Resterà in carica un anno

dalla Redazione
Politica

La commissione d’inchiesta sul femminicidio si è finalmente insediata. A denunciare la sua latitanza era stato proprio il nostro giornale che aveva svelato come, a quattro mesi dalla sua istituzione, nessuna riunione si fosse tenuta. Dopo il nostro articolo, però, la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha deciso di calendarizzare la prima riunione che si è tenuta, appunto, ieri.

“Lavoreremo tutti insieme, lasciando fuori dalla porta qualsiasi dissidio politico perché abbiamo un obiettivo comune e la volontà di arrivare a soluzioni nuove ed efficaci per contrastare un fenomeno che non è più emergenziale ma purtroppo estremamente radicato”, fanno sapere in una nota  le senatrici e i senatori del Movimento 5 Stelle in Commissione, Cinzia Leone (vicepresidente), Alessandra Maiorino (capogruppo), Gelsomina Vono (segretaria), Luisa Angrisani, Danila De Lucia, Susy Matrisciano e Gianluca Perilli.

“Nella relazione finale della scorsa legislatura, la Commissione – proseguono – auspicando il proseguimento dei lavori, ha evidenziato il ruolo di ascolto svolto per le ‘tante donne, vittime di violenza, spesso alle prese con procedimenti civili o penali lunghi e faticosi’ che si sono rivolte ‘alla Commissione stessa per chiedere verifiche e indicazioni o, comunque, per sentire le istituzioni al loro fianco’”. La Commissione resterà in carica per i prossimi 12 mesi.