Si parla di giustizia e corrotti. Alla Camera Pd e Forza Italia perdono la testa. Più volte interrotto l’intervento del Guardasigilli Bonafede

dalla Redazione
Politica

Bagarre ieri in Aula alla Camera durante la replica del ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, dopo la sua relazione sull’amministrazione della Giustizia. Più volte interrotto dalle proteste di Pd e Forza Italia, il Guardasigilli ha affermato che “la corruzione in Italia non ha bisogno di essere raccontata, perché si vede a occhio nudo e si vede ogni volta che, dopo un terremoto, crolla una scuola o un ospedale. Dietro quel crollo non c’è solo un evento naturale ma si scopre che dietro c’è una mazzetta”. Scatenando la rivolta delle opposizioni. “Lei ha offeso i cittadini italiani”, ha affermato Giusy Bartolozzi (FI) dopo che pure l’azzurro Osvaldo Napoli e i dem Alessia Morani, Antonello Giacomelli ed Enrico Borghi avevano duramente contestato il Guardasigilli. La seduta è stata sospesa.

Loading...