Tav, Conte convoca d’urgenza a Palazzo Chigi il direttore generale di Telt. Intanto le imprese annunciano la mobilitazione nel caso in cui il Governo blocchi i bandi

dalla Redazione
Politica

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha convocato d’urgenza a Palazzo Chigi il direttore generale della Telt, la società italo-francese responsabile della realizzazione del Tav Torino-Lione, Mario Virano (nella foto). Fonti di M5s e Lega smentiscono che il premier assumerà oggi una decisione sull’avvio o meno dei bandi. Intanto i rappresentanti delle imprese, del lavoro, della cooperazione e delle professioni di Torino e del Piemonte minacciano la mobilitazione se i bandi per il Tav non saranno sbloccati dal Governo. “La mobilitazione – scrivono – coinvolgerà tutte le componenti (imprese manifatturiere e dei servizi, trasporto, commercio, edili, agricole, e i lavoratori) sulla base delle possibilità di ogni associazione e categoria produttiva. Le iniziative verranno rese note in dettaglio in relazione alle scelte del governo”.