Torna l’inverno al Centro Sud. In arrivo una breve ondata di freddo e neve dalla Russia. Ma già dalla prossima settimana le temperature torneranno a salire

dalla Redazione
Cronaca

“E’ ormai alle porte la breve ma intensa ondata di freddo che dalla Russia dopo aver dilagato sui Balcani interesserà anche l’Italia, in particolare il Centrosud”. Lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara. “L’irruzione fredda sarà accompagnata da venti anche forti di grecale, che soffieranno a partire dall’Adriatico con raffiche di oltre 70-80km/h al Centronord, anche oltre 100-120km/h al Sud, determinando un tracollo delle temperature”. Il calo termico sarà più sensibile al Sud e medio Adriatico dove si perderanno anche oltre 10°C rispetto a questi giorni, fino a 12-14°C sull’Appennino dove scenderà abbondantemente sottozero.

Calo termico anche al Nord sebbene meno marcato e comunque più avvertibile su Val Padana e Prealpi: qui è attesa una sostenuta ventilazione da Est che ripulirà seppur temporaneamente l’aria stagnante e inquinata dei giorni scorsi. Si torna dunque a respirare aria d’Inverno, passando da massime di 16-18°C a massime anche sotto gli 8-10°C in particolare sulle adriatiche e al Sud”.  “L’arrivo dell’aria fredda – spiegano ancora da 3bmeteo.com – sarà accompagnato anche da rovesci sparsi al Sud e Abruzzo, che assumeranno carattere nevoso in collina se non a tratti in pianura”.

Più nello specifico fiocchi a tratti in pianura e sulle coste sono attesi nella giornata di sabato su Molise, medio-alta Puglia, Basilicata, medio-alta Calabria e Sicilia tirrenica, a quote collinari su Sicilia centro-meridionale, bassa Calabria; qualche spruzzata di neve anche su Appennino campano e sull’Abruzzo, qui fino in pianura. Gli accumuli più significativi sono attesi su rilievi settentrionali della Sicilia, Sila Greca, potentino, Daunia e Appennino molisano. Sul resto della Penisola il tempo si manterrà secco. Domenica residue precipitazioni tra Calabria e Sicilia, specie ionica, ma a questo punto nevose a quote di medio-alta collina; migliora altrove con progressiva attenuazione del freddo.

Tra le località che potranno vedere la neve: Potenza, Campobasso, Roccaraso; neve anche sulle Murge da Alberobello a Martina Franca. Fiocchi inoltre non esclusi anche in città come Sulmona, Vasto, Chieti, Termoli, Bari, Foggia, Matera, Cosenza, Avellino, nonché su Enna, Caltanissetta, Ragusa, a tratti misti a pioggia anche a Taormina e Palermo. “L’irruzione gelida, per quanto intensa, sarà solo una toccata e fuga. La prossima settimana – concludono da 3bmeteo.com – l’anticiclone riporterà stabilità ovunque. Le temperature torneranno così a salire sensibilmente, in particolare al Nord e Toscana dove addirittura si potranno superare i 20°C, raggiungendo temperature più consone al mese di Aprile”.