Vitiello trova casa. Il massone in sonno già espulso dai Cinque Stelle entra in Italia Viva. “Renzi è un leader che ha le idee chiare”

dalla Redazione
Politica

Espulso dai Cinque Stelle in piena campagna elettorale per le Politiche del 2018 appena appreso della sua iscrizione in ‘in sonno’ alla loggia massonica napoletana La Sfinge, aderente al Grande Oriente d’Italia, Il deputato Catello Vitiello (nella foto) ha trovato finalmente casa. La sua adesione al gruppo parlamentare dei renziani di Italia Viva è stata annunciata dal presidente di turno della Camera, Fabio Rampelli, che ha anche precisato che lo stesso Vitiello era “già iscritto al gruppo parlamentare Misto, componente Cambiamo!-10 Volte Meglio”. Circostanza, però, smentita da Claudio Pedrazzini, capogruppo del movimento che fa capo a Claudio Toti: Vitiello “non è mai stato iscritto al nostro movimento politico Cambiamo! che, di conseguenza, non perde alcun pezzo”.

“La mia decisione di aderire al gruppo parlamentare di ItaliaViva – ha detto Vitiello – affonda le sue radici nella volontà di portare il territorio che rappresento al centro del dibattito parlamentare e di una nuova visione di crescita del Mezzogiorno. I miei valori liberali, ispirati a un europeismo moderno che esalti le nostre risorse, umane e territoriali, rappresentano la ragione che mi ha indotto ad accettare la proposta di Matteo Renzi. Inizia così una nuova avventura con persone che conoscono bene la Politica e con un leader che ha idee chiare e tanta voglia di riscatto per il nostro Paese… io ci credo!”.

Loading...