Minoli prende a sberle Viale Mazzini

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Marco Castoro

La Rai continua a farsi del male. Dopo il caso di Linus, che conduce un programma su Raidue, nonostante sia consigliere di amministrazione di una società competitor di Viale Mazzini, ecco scoppiare il caso di Giovanni Minoli. L’ex conduttore di La storia siamo noi conduce uno spazio su Radio 24. Uno dei network che stanno togliendo ascolti a Radio1 del direttore Antonio Preziosi, il quale non è che abbia tutti i torti quando dice di essere poco tutelato. Nella sua trasmissione Minoli attinge in maniera sistematica al materiale dell’archivio Rai. L’altro giorno è andata in onda una mitica intervista di Gianni Minà a Tiberio Mitri, senza che l’autore fosse neanche citato. Ora viene da chiedersi se nel macchinoso accordo di fine rapporto tra Minoli e la Rai ci sia anche la possibilità di usufruire del materiale delle teche. Probabilmente sì. Tuttavia ai vertici di Viale Mazzini dovrebbero consegnare il Tapiro di Striscia per come sappia mettere a proprio agio la concorrenza. Per non parlare di Fabio Fazio che a Che tempo che fa ha invitato Caressa e Bergomi e se n’è fregato dei giornalisti sportivi di Saxa Rubra. Grazie Rai.
Coppia gay al Grande fratello
Il Grande fratello quest’anno vuole rompere le barriere. Dopo la presenza di un portatore di handicap ecco un altro caso che farà discutere. Selezionata nella short list per l’ingresso nella nuova casa c’è una coppia gay, che vedremo sotto lo stress di una convivenza collettiva forzata. Due professionisti e laureati che hanno colpito gli autori del programma perché hanno espresso il forte desiderio, qualora la legge lo rendesse possibile, di procedere a un’adozione.

Cdr Sport Mediaset contro Sky
La redazione sportiva di Mediaset non ha digerito una frase all’interno del comunicato di Sky sulla nuova stagione del Motomondiale. “Rivoluzione in 5 mosse per raccontarlo finalmente come merita”. Beh, una piccola caduta di stile.

La grande bellezza su Canale 5. E niente Medusa per Sky
Per festeggiare la straordinaria avventura della Grande Bellezza all’Oscar martedì il film di Sorrentino sarà trasmesso in tv in anteprima su una rete gratuita, in prima serata su Canale 5. E successivamente in esclusiva sulla pay tv Mediaset Premium. Il film italiano più importante dai tempi de La vita è bella non si vedrà invece su Sky. L’emittente satellitare non potrà trasmettere ai propri abbonati nemmeno l’altro film bomba della stagione, Sole a catinelle di Checco Zalone (51 milioni di euro d’incassi al box office), il più grande successo di pubblico di tutti i tempi in Italia. Perché? Per il triennio 2012-2015 Sky non ha rinnovato il pacchetto Medusa.

Sottile si perde la Linea gialla
“L’avventura di Linea Gialla finisce qui, ma a me (che ci ho creduto) quella linea resterà sempre nel cuore. Spero mancherà un po’ anche a voi”. Con un malinconico tweet Salvo Sottile ha annunciato la dipartita del suo programma su La7.

Colpaccio Porro
Il generale Nicolò Pollari stasera ospite di Virus, il programma di Raidue condotto da Nicola Porro.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA