A Norcia la terra continua a tremare. Nuova sequenza di scosse dopo il sisma di sabato notte. Al via nuovi controlli sugli edifici

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La terra a Norcia continua a tremare. Dopo la scossa di magnitudo 4 di sabato notte e le successive repliche, l’Ingv continua a registrare un’intensa attività sismica nelle zone che il 30 ottobre 2016 furono epicentro del sisma che distrusse molti centri dell’Umbria e delle Marche. Molte le scosse registrate nelle ultime ore, ma tutte con una magnitudo massima che non ha superato i due gradi. L’ultima, di magnitudo 2.5, è stata registrata questa mattina, alle 11.18,  a 4 chilometri ad est di Norcia. L’evento è stato localizzato ad una profondità di 11 chilometri. Per gli esperti dell’Ingv l’attività in corso tra Umbria, Marche e Lazio “è assimilabile, per localizzazione e profondità agli eventi succedutisi in questi tre anni”.  Intanto, oggi, i tecnici della Regione Umbria e del Comune di Norcia decideranno come procedere per le ulteriori verifiche sugli edifici privati, che avevano già riportato danni in seguito al sisma del 2016, per accertare se abbiano registrato un aggravamento della situazione.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA